Vincent Van Gogh – Donna al Cafè Le Tambourin

Vincent Van Gogh – Donna al Cafè Le Tambourin
Agostina Segatori Sitting in the Cafe du Tambourin
Anno: 1887
Dimensione: 55.5 x 46.5 cm
Luogo: Parigi
Locazione: Amsterdam: Van Gogh Museum

È conservata al Van Gogh Museum di Amsterdam.
Dipinta all’inizio del 1887, si pensa che raffiguri Agostina Segatori, proprietaria del Café du Tambourin ed ex modella di Degas; con lei Van Gogh (che ne dipingerà un secondo ritratto) avrà una breve relazione finita tumultuosamente.
Influenzato dalle stampe giapponesi (sullo sfondo a destra si nota, appunto, una stampa di Keisai Eisen).

Van Gogh raffigura la donna seduta ad un tavolo del caffè, con una sigaretta come abbandonata tra le dita, un boccale di birra davanti e lo sguardo perso nel vuoto, malinconico come non mai.

La modella Agostina Segatori, è una giovane donna italiana, più precisamente marchigiana, che giunta a Parigi nella seconda metà dell’Ottocento, posa per diversi pittori del calibro di Edgar Degas,Édouard Manet, Jean-Léon Gérome e, per l’appunto Vincent van Gogh, col quale, ripetiamo,  ha una breve e tumultuosa relazione.

Agostina Segatori è inoltre proprietaria del Café Tamburin, sito  in boulevard de Clichy n.62, (chiamato così per i tavoli a forma di tamburello) molto frequentato da pittori, scrittori e critici d’arte. Anche Vincent van Gogh è un assiduo frequentatore del locale e non potendo pagare i pasti offre le sue opere come ornamento delle pareti del locale in cambio di pasti gratuiti.

Ed è proprio al Café Tamburin che il pittore olandese fa la sua prima esposizione parigina delle sue stampe giapponesi.

L’atmosfera triste del quadro è accentuata dallo strano copricapo della donna, nonché dallo sfondo cupo ancora legato al precedente periodo olandese del pittore. Sembra quasi voler comunicare la sensazione di abbandono e di confusione di numerose donne che, arrivate nella capitale con effimeri sogni di successo, si ritrovavano perse nella prostituzione o nell’alcool.

Qualche anno più tardi il cafè le tambourin finì in fallimento e i creditori sequestrarono il locale e tutte le opere d’arte che erano all’interno, tra cui moltissime di Van Gogh, per quei pochi franchi che dovevano avere, si ritrovarono con un tesoro di svariati milioni…..avrebbero solo dovuto aspettare un centinaio di anni prima di rivendere tutto!

 

 

donna al cafè le tambourin

donna al cafè Van Gogh

 

Autore dell'articolo: VN