Skinny il delfino racconta i due viandanti e l’orso

I DUE VIANDANTI E L’ORSO

 

Due amici uscivano insieme tutti i pomeriggi per avventurarsi nei boschi. Adoravano viaggiare e scoprire luoghi inesplorati. Un giorno, la curiosità li fece imbattere in un grande pericolo: un gigantesco orso apparve lungo il loro cammino, in una folta foresta. Uno dei due compagni si fece prendere dallo spavento e non ci vide più: come un fulmine, salì su un albero per nascondersi.

All’altro, invece, che stava per essere raggiunto dalla grossa creatura, non rimase che gettarsi al suolo fingendo di essere morto. L’orso lo scorse e, incuriosito, avvicinò il muso per annusarlo.

L’uomo, cercando con tutto sé stesso di controllare il panico, con gli occhi serrati, tratteneva il respiro. La sua tattica fu davvero saggia ed ebbe successo: l’orso si allontanò senza fare una piega, poiché lo scambiò per un cadavere. Ormai in salvo, l’uomo sull’albero scese nuovamente e si avvicinò all’amico, che intanto tirava un respiro di sollievo.

– Cosa ti ha detto nell’orecchio quando ti annusava? – chiese il primo, comportandosi come se nulla fosse accaduto, senza aver minimamente compreso il proprio errore. E l’altro, di tutta risposta, non perse occasione per fargli imparare la lezione.
– Mi ha consigliato di non viaggiare mai più con un compagno che, nel pericolo, non rimane al mio fianco!
Nelle sventure si vede l’amico.

Autore dell'articolo: VN