Il gioco più venduto di sempre: il cubo di Rubik

Il Cubo di Rubick , inventato dall architetto ungherese Erno Rubik nel 1974, è il giocattolo che ha avuto più successo in assoluto, con 300.000.000 pezzi
venduti dalla sua invenzione ad oggi: in media una persona su 24 ne possiede uno. L’oggetto consiste in un cubo composto da 27 cubetti della stessa dimensione, Ogni faccia del Cubo è suddivisa in 9 quadratini, per un totale di 54 quadratini, di sei colori diversi: bianco, blu, rosso, verde, giallo,arancione, abbreviati rispettivamente con W, B, R, G, O, Y ( è preferibile usare i nomi inglesi, per seguire la convenzione, e per non confondere il bianco con il blu). Lo scopo del gioco `e quello di raggruppare su ogni lato i quadratini dello stesso colore, manovrando i blocchi di cubetti che costituiscono ogni faccia e che possono ruotare intorno al centro della faccia stessa. Per il fatto che sono possibili solo le rotazioni, il quadratino centrale, non può essere spostato; quindi al centro di ogni faccia c’è un quadratino
rappresentante il colore di ogni faccia. Quando il cubo ha per ogni faccia quadratini dello stesso colore, allora il cubo si dice risolto. Un cubetto si dice ben posizionato, se è nella posizione in cui sarebbe se tutto il cubo fosse risolto, e si dice ben orientato, se ha i quadretti orientati nella posizione in cui sarebbero se il cubo fosse risolto.

Una delle prima pubblicità del cubo di Rubik – Oltre tre miliardi di combinazioni, una sola soluzione – non era l’unica ma sicuramente la più riuscita e centrata.
Celebra la scena nel film alla ricerca della felicità dove il protagonista Will Smith riesce a risolverlo in meno di un minuto e in tal modo impressiona in modo positivo un manager finanziario.

Il celebre cubo dopo un periodo di declino ovvio per un giocattolo, sta rivivendo una seconda giovinezza.

Nel 2013, la britannica Rubik’s Brand ha rilevato i diritti sul cubo e ne ha rilanciato le vendita dopo una fase di stanca. E il ritorno in auge è certificato anche da Google secondo cui “come risolvere il cubo di Rubik” è stata una delle ricerche più popolari dello scorso anno. Il cubo è prodotto in Cina, ma i Paesi dove la domanda è maggiore sono Stati Uniti, Francia, Australia e Regno Unito. Dopo aver realizzato il primo prototipo, il professore ungherese, Erno Rubik, impiegò circa un mese per risolverlo, mentre oggi il record mondiale di velocità appartiene al coreano Seung Beom Cho che ha impiegato appena 4 secondi e 59 primi.


Autore dell'articolo: VN