Il David è una statua di marmo alta 5 metri capolavoro di Michelangelo Buonarroti

Il David è una statua di marmo alta 5 metri e 17 centimetri. Realizzata tra il 1501 e il 1504, è uno dei capolavori di Michelangelo Buonarroti e di tutta l’arte italiana. Michelangelo è uno dei più grandi esponenti del Rinascimento, periodo di grande fioritura culturale che segue i secoli bui del Medio Evo. Sorto in Italia alla metà del XV secolo, il Rinascimento concentra la propria attenzione sull’uomo e sulla sua intelligenza creativa. In campo artistico si verifica un ritorno alla classicità e ai suoi canoni estetici di bellezza e armonia.

Firenze è al centro di questa ricerca culturale grazie al patrocinio della famiglia Medici, i signori della città. Michelangelo si forma alla loro corte. Nel 1494, una serie di errori politici porta alla cacciata dei Medici da Firenze e alla proclamazione della Repubblica. La città mantiene la propria vitalità culturale e Michelangelo riceve l’incarico di una grande scultura che incarni gli ideali di coraggio e libertà della Repubblica. È il David. La statua è ispirata allo scontro biblico tra il giovane pastore David e il guerriero Golia. Per proteggere il suo popolo, David affronta un avversario molto più forte di lui. Pur essendo armato solo di una fionda, riesce ad abbattere Golia e a sconfiggerlo. La sua vittoria è simbolo di coraggio e di amore per la propria gente.

Michelangelo riprende dai canoni classici la nudità della figura atletica, ma abbandona l’idea di ritrarre il soggetto in uno stato di quiete. La scultura mostra David prima dello scontro, fissando il momento di massima tensione fisica e psicologica. Lo sguardo è concentrato, le mani impugnano la fionda: il corpo è immobile, ma pronto a scattare. La scultura esprime forte carica emotiva e grande determinazione. Allo stesso tempo, l’esaltazione della grandiosità morale e fisica dell’uomo celebra i valori rinascimentali. L’opera riesce così a rappresentare la città di Firenze: una repubblica che affronta avversari più forti e che rivendica la propria ricchezza culturale. I fiorentini percepiscono questi intenti e adottano il David come simbolo della città. Il David è conservato nella Galleria dell’Accademia di Firenze. Una copia in marmo è esposta in Piazza della Signoria.

The David is a marble statue 5 meters high and 17 centimeters high. Built between 1501 and 1504, it is one of the masterpieces of Michelangelo Buonarroti and of all Italian art. Michelangelo is one of the greatest exponents of the Renaissance, a period of great cultural flowering that follows the dark ages of the Middle Ages. Risen in Italy in the mid-fifteenth century, the Renaissance focuses its attention on man and his creative intelligence. In the artistic field there is a return to classicism and its aesthetic canons of beauty and harmony.

Florence is at the center of this cultural research thanks to the patronage of the Medici family, the lords of the city. Michelangelo is formed at their court. In 1494, a series of political errors led to the expulsion of the Medici from Florence and the proclamation of the Republic. The city maintains its cultural vitality and Michelangelo receives the task of a great sculpture that embodies the ideals of courage and freedom of the Republic. It is the David. The statue is inspired by the biblical clash between the young pastor David and the warrior Goliath. To protect his people, David faces an opponent much stronger than him. Despite being armed only with a slingshot, he manages to break down Goliath and defeat him. His victory is a symbol of courage and love for his people.

Michelangelo takes from the classical canons the nudity of the athletic figure, but abandons the idea of ​​portraying the subject in a quiet state. The sculpture shows David before the fight, setting the moment of maximum physical and psychological tension. The gaze is concentrated, the hands hold the sling: the body is still, but ready to shoot. The sculpture expresses strong emotional charge and great determination. At the same time, the exaltation of the moral and physical grandeur of man celebrates Renaissance values. The work thus manages to represent the city of Florence: a republic that faces stronger opponents and claims its cultural wealth. The Florentines perceive these intentions and adopt the David as a symbol of the city. The David is kept in the Accademia Gallery in Florence. A marble copy is exhibited in Piazza della Signoria.

Autore dell'articolo: VN