Las Meninas è un dipinto ad olio su tela realizzato da Diego Velázquez nel 1656.

Las Meninas è un dipinto ad olio su tela di 3 metri e 18 cm per 2 metri e 76, realizzato da Diego Velázquez nel 1656.

Velázquez è uno dei più importanti pittori spagnoli del ‘600 barocco; nei primi anni di attività, influenzato dalla pittura di Caravaggio, si dedica alla raffigurazione di personaggi popolari.

Dal 1623, però, Velázquez lavora come ritrattista alla corte madrilena di Filippo IV, dove realizza dipinti di nobili e reali.

Las Meninas è considerato il capolavoro della maturità artistica; negli anni in cui viene dipinto, Velázquez è il più illustre e il più stimato dei pittori spagnoli.

Las Meninas, cioè le damigelle di corte, è una tela di vastissime dimensioni. La scena è ambientata nel vero studio di Velázquez. Al centro della composizione c’è l’Infanta di Spagna; la bambina è circondata da due damigelle d’onore, alcuni buffoni di corte e un cane. Sul lato sinistro è visibile Velázquez stesso, che dipinge un’enorme tela di cui è però visibile soltanto il retro. Lo sguardo dei personaggi è rivolto verso lo spettatore.

La luce è studiata in modo da perdere di intensità man mano che si avanza nella profondità del quadro. Nel fondo scuro, una porta aperta è l’unica fonte di luce. Nella parte alta del dipinto sono riprodotti Atena che punisce Aracne di Rubens e la Contesa di Apollo e Pan di Jordaens.

Uno specchio appeso sulla parete di fondo, evidente riferimento al fiammingo Van Eyck, crea un gioco di complessi rimandi visivi all’interno dell’opera. Esso infatti riflette i sovrani di Spagna Filippo IV e Marianna d’Austria: sono loro il misterioso soggetto della tela che il Velázquez ritratto nel quadro sta dipingendo; la loro vera posizione coinciderebbe quindi con quella dello spettatore, verso cui convergono gli sguardi dei personaggi della scena.

L’osservatore varca così la cosiddetta “quarta parete” e viene coinvolto direttamente nel quadro: è infatti tipico del gusto barocco concepire le arti figurative in modo simile al teatro.

L’illusione di partecipare direttamente alla scena la prova anche lo scrittore Théophile Gautier, che di fronte a Las Meninas pare abbia chiesto: “Dov’è il quadro?

Nel 1957 Picasso renderà omaggio a Velázquez in una serie di quadri che si ispirano a Las Meninas.

Las Meninas si trova al museo del Prado di Madrid.

Las Meninas is an oil painting on canvas of 3 meters and 18 cm by 2 meters and 76, realized by Diego Velázquez in 1656.

Velázquez is one of the most important Spanish painters of the 17th century baroque; in the first years of activity, influenced by Caravaggio’s painting, he dedicated himself to the representation of popular characters.

From 1623, however, Velázquez worked as a portraitist at the Madrid court of Philip IV, where he made paintings of nobles and royals.

Las Meninas is considered the masterpiece of artistic maturity; in the years in which it is painted, Velázquez is the most illustrious and most esteemed of Spanish painters.

Las Meninas, the bridesmaids of the court, is a very large canvas. The scene is set in the real Velázquez studio. At the center of the composition is the Infanta of Spain; the girl is surrounded by two bridesmaids, some court buffoons and a dog. On the left side you can see Velázquez himself, who paints a huge canvas of which only the back is visible. The gaze of the characters is turned towards the viewer.

The light is studied in order to lose intensity as you advance in the depth of the picture. In the dark background, an open door is the only source of light. At the top of the painting are Athena who punishes Arachne of Rubens and the Contesa di Apollo and Pan di Jordaens.

A mirror hung on the back wall, an obvious reference to the Flemish Van Eyck, creates a game of complex visual references within the work. In fact, it reflects the sovereigns of Spain Philip IV and Marianna of Austria: they are the mysterious subject of the painting that the Velázquez portrayed in the painting is painting; their true position would then coincide with that of the spectator, towards which the looks of the characters of the scene converge.

The observer crosses the so-called “fourth wall” and is directly involved in the painting: it is indeed typical of the Baroque taste to conceive the figurative arts in a similar way to the theater.

The illusion of participating directly in the scene is also proved by the writer Théophile Gautier, who in front of Las Meninas seems to have asked: “Where is the painting?”

In 1957 Picasso paid tribute to Velázquez in a series of paintings inspired by Las Meninas.

Las Meninas is located in the Prado museum in Madrid.

Autore dell'articolo: VN