Il Baldacchino di San Pietro è stato realizzato da Gian Lorenzo Bernini

Il Baldacchino di San Pietro è una scultura monumentale realizzata da Gian Lorenzo Bernini tra il 1624 e il 1633. Capolavoro dell’arte seicentesca, quest’opera riveste anche un forte valore simbolico per il Cristianesimo. Si trova infatti al centro della Basilica di San Pietro, nel luogo in cui fu sepolto Pietro, l’apostolo che secondo i vangeli fu scelto da Gesù come fondatore della Chiesa cristiana. Quando riceve l’incarico per il Baldacchino di San Pietro, Bernini ha venticinque anni. Ha già dato prova della sua abilità realizzando sculture di soggetto sacro e mitologico, e si è già conquistato una cerchia di committenti importanti tra i nobili e i cardinali di Roma.

Nel 1623 è eletto papa Maffeo Barberini, che sale al soglio pontificio con il nome di Urbano VIII. Tra le prime preoccupazioni del nuovo pontefice ci sono i lavori per completare la Basilica di San Pietro, l’edificio più importante del mondo cristiano. Il Papa incarica Bernini di eseguire una scultura monumentale per la Basilica. Deve essere collocata al centro dell’edificio, dove sorge l’altare maggiore, in corrispondenza della tomba di San Pietro e proprio sotto la maestosa cupola progettata da Michelangelo. Bernini concepisce un’opera innovativa e spettacolare. Una scultura monumentale, alta ventotto metri e mezzo. La forma riprende quella del baldacchino papale, la struttura che accompagna il pontefice durante le processioni. Il baldacchino è a pianta quadrata. Dai basamenti di marmo posti agli angoli, si slanciano quattro colonne in bronzo, che sembrano avvitarsi su se stesse fino a giungere ai capitelli e all’elaborata copertura in legno dorato. In cima all’imponente baldacchino, svettano quattro figure di angeli. Al centro, due putti sorreggono le chiavi di San Pietro e la corona papale. Il baldacchino di Bernini rappresenta una sintesi tra architettura e scultura. La mole imponente del baldacchino ha infatti un impianto architettonico: basti pensare che l’altezza del baldacchino supera quella di un palazzo signorile. L’esecuzione, invece, è prettamente scultorea: l’abilità di Bernini gli consente di trattare materiali duri come fossero morbidi e leggeri, conferendo movimento e dinamismo alle forme. L’esecuzione della grandiosa scultura si protrae per quasi dieci anni. Il baldacchino è inaugurato da Urbano VIII nel 1633. A Bernini verranno commissionati numerosi altri incarichi per la Basilica di San Pietro, compresa la sistemazione della piazza.

The Baldacchino di San Pietro is a monumental sculpture created by Gian Lorenzo Bernini between 1624 and 1633. A masterpiece of seventeenth-century art, this work also has a strong symbolic value for Christianity. It is in fact at the center of St. Peter’s Basilica, in the place where Peter was buried, the apostle who according to the Gospels was chosen by Jesus as the founder of the Christian Church. Bernini is twenty-five years old when he receives the commission for the Baldacchino di San Pietro. He has already proved his skill by creating sculptures of sacred and mythological subjects, and has already conquered a circle of important patrons among the nobles and cardinals of Rome.

In 1623 Pope Maffeo Barberini was elected, who rose to the papal throne with the name of Urban VIII. Among the first concerns of the new pontiff are the works to complete the Basilica di San Pietro, the most important building in the Christian world. The Pope instructs Bernini to perform a monumental sculpture for the Basilica. It must be placed in the center of the building, where the high altar rises, in correspondence of the tomb of Saint Peter and just under the majestic dome designed by Michelangelo. Bernini conceives an innovative and spectacular work. A monumental sculpture, twenty-eight and a half meters high. The shape resumes that of the papal canopy, the structure that accompanies the pontiff during the processions. The canopy is square in plan. From the marble bases placed at the corners, there are four bronze columns, which seem to be screwed on themselves until they reach the capitals and the elaborate golden wooden cover. On top of the imposing canopy, four figures of angels stand out. In the middle, two putti hold the keys of St. Peter and the papal crown. Bernini’s canopy represents a synthesis between architecture and sculpture. The imposing size of the canopy has in fact an architectural structure: just think that the height of the canopy exceeds that of a stately building. The execution, however, is purely sculptural: the ability of Bernini allows him to treat hard materials as if they were soft and light, giving movement and dynamism to the shapes. The execution of the magnificent sculpture lasts for almost ten years. The baldachin is inaugurated by Urban VIII in 1633. Bernini will be commissioned several other tasks for the Basilica of San Pietro, including the layout of the square.

Autore dell'articolo: VN