La statua di Paolina Borghese è una scultura in marmo realizzata da Antonio Canova

La statua di Paolina Borghese è una scultura in marmo realizzata da Antonio Canova tra il 1805 e il 1808. La protagonista è la giovane Paolina Bonaparte, sorella di Napoleone e sposa del principe romano Camillo Borghese, il committente dell’opera. Quando Paolina decide di posare per Canova ha 25 anni, conduce una vita mondana ed è al culmine della sua affermazione sociale. Nel 1804, infatti, Napoleone si proclama Imperatore dei Francesi e Paolina Borghese assume il titolo di Altezza imperiale.
Anche Canova è all’apice della notorietà artistica, diviene ritrattista ufficiale di Napoleone, che rappresenta nelle sembianze di Marte pacificatore. Canova scolpisce Paolina con una mela in mano, un richiamo al mito greco in cui Paride, principe troiano, è chiamato a scegliere la dea più bella tra Era, Atena e Afrodite; sceglierà Afrodite, donandole una mela d’oro. Canova celebra così un personaggio della vita politica del suo tempo elevandolo al rango di divinità.

Paolina Borghese è adagiata su un’agrippina, un divano con una spalliera e un solo bracciolo; questa particolare posa di nudo femminile ha una lunga tradizione nella storia dell’arte. Canova si ispira probabilmente ai dipinti cinquecenteschi di Giorgione e di Tiziano e alla più recente Madame Récamier di Jacques-Louis David. Paolina è seminuda; il panno, scolpito morbidamente nel marmo, la copre solo in parte e lascia intuire le forme del corpo. La composizione segue una linea sinuosa che dalle gambe distese si incurva nella verticalità del busto nudo. Paolina si erge, così, in una posa che è al tempo stesso pudica e sensuale. Alcune decorazioni dorate impreziosiscono l’agrippina. Il complesso scultoreo viene montato su un supporto di legno al cui interno è nascosto un meccanismo che permette alla statua di ruotare per essere ammirata da ogni lato. Emblema dell’amore e della bellezza, la statua di Paolina Borghese comunica grazia e ed eleganza, valori formali che esprimono il concetto neoclassico di bello assoluto ispirato ai modelli greci e romani. La scultura suscita grande curiosità nei contemporanei; i visitatori cominciano ad affollare casa Borghese per vedere la spregiudicata statua della principessa. Incalzato però dal giudizio severo di papa Leone XII e dalle sorti avverse alla dinastia napoleonica dopo la sconfitta di Waterloo, il principe Borghese decide di nasconderla agli sguardi altrui. Paolina Borghese si trova a Roma alla Galleria Borghese.

The statue of Paolina Borghese is a marble sculpture created by Antonio Canova between 1805 and 1808. The protagonist is the young Paolina Bonaparte, sister of Napoleon and wife of the Roman prince Camillo Borghese, the commissioner of the work. When Paolina decides to pose for Canova she is 25, she leads a social life and is at the height of her social affirmation. In 1804, in fact, Napoleon proclaimed himself Emperor of the French and Paolina Borghese assumed the title of Imperial Highness.
Even Canova is at the height of artistic fame, he becomes the official portraitist of Napoleon, who represents in the form of Mars pacifier. Canova sculptures Paolina with an apple in hand, a reference to the Greek myth in which Paris, Trojan prince, is called to choose the most beautiful goddess of Hera, Athena and Aphrodite; will choose Aphrodite, giving her a golden apple. Thus Canova celebrates a character of the political life of his time, elevating him to the rank of divinity.

Paolina Borghese is lying on a small agrippina, a sofa with an espalier and a single armrest; this particular pose of female nude has a long tradition in the history of art. Canova is probably inspired by the sixteenth-century paintings by Giorgione and Titian and by the more recent Madame Récamier by Jacques-Louis David. Paolina is half-naked; the cloth, sculpted softly in marble, covers it only in part and leaves the shape of the body intact. The composition follows a sinuous line that from the extended legs curves in the verticality of the naked bust. Paolina stands thus, in a pose that is both modest and sensual. Some golden decorations embellish the agrippina. The sculptural complex is mounted on a wooden support inside which is hidden a mechanism that allows the statue to rotate to be admired on all sides. Emblem of love and beauty, the statue of Paolina Borghese communicates grace and elegance, formal values ​​that express the neoclassical concept of absolute beauty inspired by Greek and Roman models. The sculpture arouses great curiosity in the contemporaries; visitors begin to crowd the Borghese house to see the unscrupulous statue of the princess. However, urged by the severe judgment of Pope Leo XII and by the fate of the Napoleonic dynasty after the defeat of Waterloo, Prince Borghese decides to hide it from the eyes of others. Paolina Borghese is located in Rome at the Galleria Borghese.

Autore dell'articolo: VN