Ayrton Senna nasce a San Paolo, Brasile, il 21 marzo del 1960

Ayrton Senna nasce a San Paolo, Brasile, il 21 marzo del 1960. Il padre, Milton Da Silva, è un ricco uomo d’affari e proprietario terriero. Ayrton decide di utilizzare il cognome materno, poiché Da Silva è troppo comune in Brasile. A 4 anni Senna è già alla guida di un go-kart: incoraggiato dal padre, disputa le prime gare. Nel 1977 vince il campionato sudamericano di go-kart. Nei primi anni ‘80 Senna va in Inghilterra a disputare il campionato di Formula Ford e lo vince al primo tentativo. Nel 1983 passa in Formula 3: anche qui non ha rivali e ottiene il titolo inglese. L’anno seguente, a 24 anni, corona il suo sogno: diventa un pilota di Formula 1. Alla guida della Toleman-Hart stupisce tutti, quando a Montecarlo, sotto una pioggia battente, conquista la prima posizione superando Alain Prost. La direzione di gara ferma però la corsa: come da regolamento la vittoria viene assegnata al pilota che si trovava in testa nel giro precedente l’interruzione. Vince così Prost.

Nel 1985 Senna passa alla Lotus. In Portogallo conquista la sua prima vittoria. Con la Lotus le vittorie saranno sei in tre stagioni e 16 le pole position. Nel 1988, a 28 anni, arriva la chiamata in McLaren per affiancare Alain Prost, primo pilota della scuderia. I due vincono 15 delle 16 gare in programma e Senna si laurea campione del mondo, soffiando il titolo al compagno. Il campionato seguente è ancora un testa a testa: nella gara decisiva di Suzuka in Giappone, Senna tenta di sorpassare Prost, che lo chiude. Nello scontro le auto finiscono fuori pista. Il brasiliano riparte e vince la gara; i giudici però lo squalificano per aver tagliato una chicane. Prost si aggiudica il terzo titolo mondiale. Il campionato successivo viene deciso da un altro incidente con Prost, sempre in Giappone: i due finiscono nella sabbia, ma Senna, che ha più punti in classifica, vince il suo secondo titolo, riscattando la sconfitta dell’anno precedente.

Nel 1991 Senna domina la stagione e conquista per la terza volta il campionato del mondo. A fine ’93 il brasiliano passa alla Williams. Il 1° maggio 1994, durante il gran premio di Imola, Ayrton perde il controllo della sua Williams alla curva Tamburello. L’impatto è terribile. Senna viene subito portato all’Ospedale di Bologna, ma ogni soccorso è inutile. Muore poche ore dopo, a 34 anni. Tre giorni di lutto nazionale fermano l’intero Brasile. Finisce la storia del pilota, inizia quella della leggenda: 162 GP disputati, 3 titoli Mondiali conquistati con 41 vittorie e 65 pole position.

Ayrton Senna was born in São Paulo, Brazil, on March 21, 1960. His father, Milton Da Silva, is a wealthy businessman and landowner. Ayrton decides to use the maternal surname, since Da Silva is too common in Brazil. At 4 years Senna is already driving a go-kart: encouraged by his father, dispute the first races. In 1977 he won the South American go-kart championship. In the early 80s Senna went to England to play in the Formula Ford championship and won the first attempt. In 1983 he moved to Formula 3: even here he has no rivals and gets the English title. The following year, at the age of 24, he crowned his dream: he became a Formula 1 driver. At the wheel of Toleman-Hart he surprised everyone, when in Monte Carlo, under a pouring rain, he conquered the first position overcoming Alain Prost. The race direction, however, stops the race: as per regulation, the victory is assigned to the rider who was in the lead in the lap before the break. Prost wins like this.

In 1985 Senna moved to Lotus. In Portugal he conquers his first victory. With Lotus the victories will be six in three seasons and 16 pole positions. In 1988, at the age of 28, the call came to McLaren to assist Alain Prost, the first driver of the stable. The two win 15 of the 16 races scheduled and Senna graduates world champion, blowing the title to his team mate. The following championship is still a head-to-head: in the decisive race of Suzuka in Japan, Senna tries to overtake Prost, who closes it. In the crash the cars end off the track. The Brazilian starts and wins the race; the judges however disqualify him for cutting a chicane. Prost wins the third world title. The next championship is decided by another incident with Prost, again in Japan: the two end up in the sand, but Senna, who has more points in the standings, wins his second title, redeeming the defeat of the previous year.

In 1991 Senna dominated the season and won the world championship for the third time. At the end of ’93 the Brazilian passes to Williams. On 1 May 1994, during the grand prix of Imola, Ayrton lost control of his Williams at the Tamburello corner. The impact is terrible. Senna is immediately taken to the Hospital of Bologna, but every rescue is useless. He died a few hours later, at 34. Three days of national mourning stop all of Brazil. The story of the rider ends, the legend begins: 162 disputed GPs, 3 World titles won with 41 victories and 65 pole positions.

Autore dell'articolo: VN