Nadia Comaneci è una ginnasta rumena. il primo 10 nella storia delle Olimpiadi

Nadia Comaneci è una ginnasta rumena. È ricordata per aver conseguito il primo 10 nella storia delle Olimpiadi. Nasce il 12 novembre 1961 a Oneşti, in Romania. All’età di 6 anni Nadia viene notata da Bela Karolyi, un allenatore di ginnastica artistica a caccia di nuovi talenti per la squadra juniores rumena. La piccola corre e salta con un’agilità inconsueta. Karolyi la prende con sé e la avvia alla disciplina. L’affermazione internazionale giunge nel 1975 agli Europei di Skien, in Norvegia. Nadia si aggiudica l’oro in quasi tutte le specialità. L’anno successivo partecipa alle Olimpiadi di Montreal, in Canada. Ha 14 anni.

Nadia sale sulla pedana delle parallele asimmetriche. La sua figura che volteggia elastica e leggera è talmente perfetta che non sembra reale. Il tabellone del punteggio segna 1. Lo speaker della manifestazione interviene e corregge il voto: l’atleta rumena ha ottenuto un 10, ma i tabelloni non sono predisposti per segnare un voto a due cifre. È la prima volta nella storia delle Olimpiadi che viene assegnato il punteggio massimo. Il voto conseguito da Nadia Comaneci alle Olimpiadi del 1976 verrà ricordato come The perfect ten. Nel corso della competizione Nadia se lo aggiudica altre 6 volte, vincendo infine 3 ori, 1 argento e 1 bronzo. L’impresa della piccola atleta rumena conquista le copertine dei giornali e l’agenzia di stampa Associated Press le conferisce il titolo di Atleta dell’Anno. Nadia diventa un mito vivente e un’eroina per la sua Nazione. Partecipa a feste e ricevimenti di Stato. Il presidente rumeno Nicolae Ceausescu la utilizza per promuovere l’immagine del Paese all’estero. Ma negli anni seguenti il divorzio dei genitori e il cambio di allenatore impostole dalla federazione rumena minano la serenità della ragazza. Nel 1978 Nadia tenta il suicidio. Le viene concesso di tornare ad allenarsi con il suo vecchio preparatore Karolyi. Agli Europei del 1979 conquista il titolo individuale. L’anno successivo, alle Olimpiadi di Mosca, vince altri 2 ori. Ha 18 anni.

Nel 1984, a 23 anni, Nadia lascia l’attività agonistica. Sempre più vicina alla famiglia Ceausescu, intreccia un’infelice relazione con il figlio del presidente, Nico. Nel 1989 Nadia fugge negli Stati Uniti con un nuovo misterioso compagno, Constantin Panait. Un’altra esperienza dolorosa per Nadia. Panait, infatti, la tiene segregata in una stanza d’albergo, e infine fuggirà con tutti i suoi averi. Oggi Nadia vive a Montreal, la città dove conquistò il suo primo trionfo. È sposata dal 1996 al commentatore televisivo Bart Conner e insieme a lui possiede una scuola di ginnastica, 4 negozi e altre attività. È inoltre portavoce ONU ed è in prima linea nella lotta alla distrofia muscolare.

Nadia Comaneci is a Romanian gymnast. It is remembered for having achieved the first 10 in the history of the Olympics. He was born on 12 November 1961 in Oneşti, Romania. At the age of 6, Nadia is noticed by Bela Karolyi, an artistic gymnastics coach who is looking for new talent for the Romanian junior team. The little girl runs and jumps with an unusual agility. Karolyi takes her with him and starts her in the discipline. The international affirmation came in 1975 to the Europeans of Skien, in Norway. Nadia wins gold in almost all specialties. The following year he took part in the Olympics in Montreal, Canada. She is 14.

Nadia rises on the platform of the asymmetric parallel bars. His figure that swings elastic and light is so perfect that it does not seem real. The scoreboard scores 1. The speaker of the event intervenes and corrects the vote: the Romanian athlete got a 10, but the scoreboards are not set up to score a two-digit vote. It is the first time in the history of the Olympics that the maximum score is awarded. The vote obtained by Nadia Comaneci at the 1976 Olympics will be remembered as The Perfect Ten. During the competition Nadia won 6 more times, winning 3 gold, 1 silver and 1 bronze. The small Romanian athlete’s business wins the newspaper covers and the Associated Press news agency gives her the title of Athlete of the Year. Nadia becomes a living myth and a heroine for her nation. Participate in parties and receptions of state. The Romanian president Nicolae Ceausescu uses it to promote the image of the country abroad. But in the following years the divorce of the parents and the change of coach imposed by the Romanian federation undermine the serenity of the girl. In 1978 Nadia attempted suicide. She is allowed to go back to training with her old trainer Karolyi. At the 1979 European Championships he won the individual title. The following year, at the Olympic Games in Moscow, he won another 2 gold medals. Is 18 years old.

In 1984, at age 23, Nadia left the agonistic activity. Closer and closer to the Ceausescu family, it weaves an unhappy relationship with the president’s son, Nico. In 1989 Nadia flees to the United States with a mysterious new companion, Constantin Panait. Another painful experience for Nadia. Panait, in fact, keeps her segregated in a hotel room, and finally runs away with all her belongings. Today Nadia lives in Montreal, the city where he conquered his first triumph. She has been married to television commentator Bart Conner since 1996 and with him has a gymnastics school, 4 shops and other activities. She is also a UN spokesperson and is at the forefront of the fight against muscular dystrophy.

Autore dell'articolo: VN