Fernando Alonso è un pilota automobilistico di nazionalità spagnola.

Fernando Alonso è un pilota automobilistico di nazionalità spagnola. Nasce il 29 luglio 1981 a Oviedo, capoluogo delle Asturie. E’ il secondogenito di papà Josè Luis, meccanico in una ditta di esplosivi, e mamma Ana Maria che lavora in un grande magazzino. È proprio il padre, pilota dilettante di kart, a instillare nel figlio la passione per i motori. Fernando si dimostra subito un piccolo fenomeno: imbattibile con i coetanei, nel 1992 la Federazione spagnola lo autorizza a gareggiare con ragazzi più grandi.

Le vittorie, a livello nazionale ed europeo, proseguono tra il 1993 ed il 1999. Adrian Campos, ex pilota di Formula 1 con la Minardi, lo nota e ne diventa il manager. Proprio con la Minardi, Alonso fa il suo esordio in Formula 1: è il 4 marzo 2001, non ha ancora compiuto vent’anni. Con una monoposto tutt’altro che competitiva, riesce comunque a mettersi in mostra. Fernando ha la stoffa del campione e il team manager della Renault Flavio Briatore lo fiuta subito. L’accoppiata Alonso-Renault risulta vincente. Nel 2002 è collaudatore, ma già nel biennio 2003-2004 getta le basi per il successivo trionfo.

Nel 2005 si laurea Campione del mondo tenendo Raikkonen a debita distanza per l’intera stagione e festeggiando già in Brasile, a tre gare dal termine. Nel 2006 il bis. Fernando deve però soffrire sino alla penultima corsa dell’annata, in Giappone, dove il leader mondiale Michael Schumacher rompe il motore. Il dominio nel biennio 2005-2006 è suggellato da ben 30 podi, di cui 14 sul gradino più alto, in 37 Gran Premi disputati. Nel 2007 Alonso passa alla McLaren Mercedes dove instaura subito un’accesa rivalità con il compagno di scuderia, il giovane emergente Hamilton. Nell’ultima gara dell’anno, in Brasile, i due piloti McLaren sono ancora in lizza per il titolo. Il mondiale va però a Raikkonen. A fine anno le strade di Fernando e McLaren si separano.

Dopo un biennio incolore alla McLaren, nel 2010 è ingaggiato dalla Ferrari. Alonso regala subito alla rossa una stagione elettrizzante, che si conclude però con una cocente delusione. Alonso perde infatti il mondiale proprio nell’ultima gara, ad Abu Dhabi, per colpa di una strategia sbagliata del team. Il 2011 è invece un altro anno grigio: Vettel domina la stagione relegando gli avversari a comprimari. Alonso chiude con un misero quarto posto nel ranking mondiale. Nelle ultime due stagioni con la Ferrari, nel 2013 e nel 2014, Alonso si trova a guidare una macchina poco competitiva, che non gli permette di lottare per la vittoria del campionato. Nel 2015 decide così di cambiare squadra e torna alla McLaren.

La nuova stagione inizia subito tra molte difficoltà: Alonso fa un brutto incidente durante la sessione dei test invernali che condiziona, soprattutto a livello fisico, la sua nuova avventura. Inoltre, la sua nuova macchina non è tra le migliori, perché la McLaren inizia la stagione utilizzando un nuovo motore, con il ritorno della Honda in Formula 1. La sua esperienza è però fondamentale per la crescita della monoposto, gara dopo gara. Nonostante ciò Alonso è un pilota che in dieci anni di Formula 1, perfeziona il suo stile di guida rendendolo sempre più fluido e preciso. Meticoloso nella messa punto della monoposto, al volante dosa con sapienza calcolo e aggressività. Vero e proprio idolo nazionale in Spagna, Fernando Alonso è uno dei grandi della Formula 1.

Fernando Alonso is a Spanish car driver. Born July 29, 1981 in Oviedo, the capital of Asturias. He is the second son of father Jose Luis, a mechanic in an explosives company, and mother Ana Maria who works in a department store. It is the father, an amateur kart pilot, who instils his passion for motors into his son. Fernando immediately showed a small phenomenon: unbeatable with his peers, in 1992 the Spanish Federation authorizes him to compete with older boys.

The victories, at national and European level, continue between 1993 and 1999. Adrian Campos, former Formula 1 driver with Minardi, notices him and becomes the manager. Precisely with Minardi, Alonso makes his debut in Formula 1: it is March 4, 2001, he has not yet turned twenty. With a far from competitive car, he still manages to show off. Fernando has the stuff of the champion and the Renault team manager Flavio Briatore sniffs him immediately. The coupled Alonso-Renault is a winner. In 2002 he was a test driver, but already in the two-year period 2003-2004 he laid the groundwork for the subsequent triumph.

In 2005 he graduated World Champion taking Raikkonen at a safe distance for the entire season and celebrating already in Brazil, with three races to go. In 2006 the bis. However, Fernando must suffer until the penultimate race of the year in Japan, where world leader Michael Schumacher breaks the engine. The domain in the two-year period 2005-2006 is sealed by as many as 30 podiums, 14 of which on the highest step, in 37 disputed Grand Prix. In 2007 Alonso moved to McLaren Mercedes where he immediately established a strong rivalry with his team mate, the young emerging Hamilton. In the last race of the year, in Brazil, the two McLaren drivers are still in contention for the title. But the world goes to Raikkonen. At the end of the year the streets of Fernando and McLaren are separated.

After a two-year colorless at McLaren, in 2010 he was hired by Ferrari. Alonso immediately gives the red an electrifying season, which ends however with a scorching disappointment. Alonso in fact lost the world in the last race, in Abu Dhabi, because of a wrong strategy of the team. 2011 is instead another gray year: Vettel dominates the season relegating opponents to supporting actors. Alonso closes with a poor fourth place in the world ranking. In the last two seasons with Ferrari, in 2013 and 2014, Alonso is driving an uncompetitive car, which does not allow him to fight for the championship victory. In 2015 he decided to change team and return to McLaren.

The new season starts immediately between many difficulties: Alonso does a bad accident during the winter test session which conditions, especially on a physical level, his new adventure. In addition, his new car is not among the best, because McLaren begins the season using a new engine, with the return of Honda in Formula 1. His experience is essential for the growth of the car, race after race. Despite this, Alonso is a driver who, in ten years of Formula 1, perfects his driving style, making him more and more fluid and precise. Meticulous in the point setting of the car, at the wheel dosa with calculation and aggressiveness. A true national idol in Spain, Fernando Alonso is one of the great Formula 1 drivers.

Autore dell'articolo: VN