Ottaviano Augusto è il primo imperatore romano. Ottaviano nasce a Roma il 23 settembre del 63 a.C

Ottaviano Augusto è il primo imperatore romano. Gaio Ottaviano nasce a Roma il 23 settembre del 63 a.C. Adottato in seguito dal prozio Giulio Cesare, cambia il proprio nome in Gaio Giulio Cesare Ottaviano. La sua carriera politica inizia con la morte di Cesare, che l’ha nominato erede. Ottaviano ha poco più di 18 anni. Quando giunge a Roma per prendere il potere, trova una città lacerata da contese politiche, e deve fronteggiare l’ostilità del potente generale Marco Antonio. Cerca allora il consenso del popolo: vende i propri beni per mantenere una promessa fatta da Cesare, che ha lasciato in eredità a ogni cittadino 300 sesterzi. Organizza un esercito, con il quale sconfigge Antonio nella battaglia di Modena. Appoggiato dalle proprie legioni, è nominato console dal Senato.

Ottaviano decide allora di vendicare l’assassinio di Cesare: si allea con i due principali sostenitori dell’ex dittatore, Marco Emilio Lepido e lo stesso Marco Antonio, con cui si riappacifica. Come già accaduto ai tempi di Cesare, il potere è diviso fra tre uomini: è il secondo triumvirato. I triumviri sconfiggono Bruto e Cassio, capi della congiura contro Cesare, nella battaglia di Filippi. Poi si dividono i territori dell’impero: a Ottaviano le province occidentali, a Lepido l’Africa, ad Antonio quelle orientali.

Ma l’assetto non è stabile. Ottaviano rafforza il proprio potere, e destituisce Emilio Lepido. Antonio, nel frattempo, si allea con la regina d’Egitto Cleopatra. Ottaviano si scontra anche con loro, e li sconfigge nel 31 a.C. ad Azio, sulla costa greca del Mar Jonio. La vittoria di Ottaviano è coronata dall’annessione dell’Egitto. Rimasto solo al potere, Ottaviano rientra trionfalmente a Roma nel 29 a.C. e il Senato gli conferisce il titolo d’imperatore. Pur mantenendo le istituzioni repubblicane, Ottaviano concentra progressivamente tutto il potere nelle proprie mani. Nel 27 a.C. riceve dal Senato il titolo di Augusto, che conferisce un carattere sacro alla sua persona. L’imperatore continua l’opera di stabilizzazione dei confini: sottomette la Spagna, acquisisce nuove province e regola i rapporti con l’Oriente.

Ma Ottaviano Augusto attua soprattutto una grandiosa riforma dello Stato. Riduce il numero dei senatori, riorganizza sistema delle imposte e amministrazione, e istituisce un esercito permanente. Si dedica inoltre a restaurare la moralità dei costumi: limita i divorzi, punisce l’adulterio e il celibato, e cerca di ravvivare la religione tradizionale. Favorisce, infine, la nascita di circoli culturali e letterari. Ottaviano Augusto muore a Nola vicino a Napoli il 19 agosto del 14 d.C., all’età di 76 anni. Con lui Roma raggiunge il massimo splendore politico, sociale e culturale.

Octavianus Augustus is the first Roman emperor. Gaius Ottaviano was born in Rome on 23 September, 63 a.C. Adopted later by the great-uncle Julius Caesar, he changed his name to Gaius Julius Caesar Octavianus. His political career begins with the death of Caesar, who named him heir. Ottaviano is just over 18 years old. When he arrives in Rome to take power, he finds a city torn by political strife, and must face the hostility of the powerful general Marco Antonio. Then he seeks the consent of the people: he sells his goods to keep a promise made by Caesar, who has left every citizen with 300 sesterces. He organizes an army, with which he defeats Antonio in the battle of Modena. Supported by his legions, he is appointed consul by the Senate.

Octavian then decides to avenge the assassination of Caesar: he allies himself with the two main supporters of the former dictator, Marco Emilio Lepido and the same Marco Antonio, with whom he reconciles. As already happened in Caesar’s time, power is divided among three men: it is the second triumvirate. The triumvirs defeat Brutus and Cassius, leaders of the conspiracy against Caesar, in the battle of Philippi. Then the territories of the empire are divided: in Ottaviano the western provinces, in Lepido, in Africa, in Antonio those in the East.

But the structure is not stable. Octavian reinforces his power, and dismisses Emilio Lepido. Antonio, meanwhile, is allied with the Queen of Egypt Cleopatra. Octavian also clashes with them, and defeats them in 31 BC. in Azio, on the Greek coast of the Ionian Sea. Octavian’s victory is crowned by the annexation of Egypt. Left alone in power, Ottaviano returned triumphantly to Rome in 29 BC. and the Senate gives him the title of emperor. While maintaining republican institutions, Octavian gradually concentrates all power in his hands. In 27 BC receives from the Senate the title of Augustus, which confers a sacred character to his person. The emperor continues the work of stabilizing the borders: he subdues Spain, acquires new provinces and regulates relations with the East.

But Ottaviano Augusto implements above all a grandiose reform of the State. It reduces the number of senators, reorganizes the tax system and administration, and establishes a permanent army. It is also dedicated to restoring morality of customs: it limits divorces, punishes adultery and celibacy, and tries to revive traditional religion. Finally, it favors the birth of cultural and literary circles. Octavianus Augustus died in Nola near Naples on August 19, 14 AD, at the age of 76. With him Rome reaches its maximum political, social and cultural splendor.

Autore dell'articolo: VN